Gestione Flussi d’Immagini, DAM

La comunicazione e soprattutto gli strumenti di marketing ormai hanno preso sempre di più la via del digitale. Le strategie sono elaborate su metriche destinate al web, anche i contenuti vengono realizzati a ritmi esclusivamente digitali.

Sicuramente una pianificazione e un progetto di comunicazione sono sempre alla base di una buona campagna pubblicitaria, anche digital.

Dobbiamo avere dei valori da comunicare!!! I nostri prodotti e servizi devono attenersi a questi.

Su questo argomento vi consiglio di scoprire un nostro Case History di come una piccola occasione si è trasformata in una grande collaborazione.

Gli strumenti e i vari media sono in continua evoluzione:

Il marketing, ad esempio, attraverso numerose migliorie tecnologiche è riuscito a rendere alcune sue caratteristiche lavorative migliori, più facili e, decisamente, più efficaci, creando sinergie tra i vari strumenti di comunicazione. (Vi consigliamo di leggere i nostri articoli dedicati agli strumenti di comunicazione: Catalogo, Sito Web, Social Network: ognuno al posto giusto. e Come creare una sinergia tra i vari strumenti di comunicazione.)

Una di queste è il sistema di ricerca delle risorse, ovvero, è stato possibile la creazione di un sistema che rende le risorse facilmente disponibili agli utenti fornendo un indice di ricerca che supporta il recupero dei contenuti e/o metadati.

Un semplice esempio potrebbe essere quello dell’ufficio marketing, il quale con l’evoluzione di più media da quelli digitali a quelli classici, ha la necessità di trovare foto, pagine di pubblicità, testi per redazionali, video, disegni il più velocemente possibile, ma soprattutto la certezza che questi siano aggiornati all’ultima versione. Pensate semplicemente alla realizzazione di un catalogo che oltre alla parte fotografica bisogna compilare la parte d’ informazione tecnica comprendente di disegni, info tecniche. L’ufficio marketing non dovrà più richiedere il materiale ai vari uffici di competenza ma troverebbe tutto all’interno di questo contenitore intelligente.  Sarà premura degli uffici popolare dei propri contenuti il sistema.

Un altro esempio classico potrebbe essere quello della divulgazione del materiale ai propri dealer (una volta si diceva me li carica sul FTP). Questa è un’altra funzione base del sistema automatizzato di archiviazione digitale.

Per arrivare su casi personalizzati dove i vari materiali attraverso regole vengono riadattati per precise destinazioni, ad esempio viene scattata una foto, il sistema riadatta nei formati dell’e-commerce per avviare in seguito la pubblicazione della vetrina. Pensate a quanto tempo si perde a nominare e riadattare le immagini per un data entry. Gli e-commerce sempre di più hanno la necessità di avere molte immagini/video di approfondimento. A questo link troverete un articolo dedicato a come la fotografia può aggiungere valore allo shopping online.

Questo sistema si chiama DAM= digital asset management

DAM = prevede la creazione di un archiviolo sviluppo di un’infrastruttura per conservare e gestire le risorse digitali e una funzionalità di ricerca che consente agli utenti finali di identificare, localizzare e recuperare una risorsa. Nel modo più semplice, un DAM è un insieme di record del database.

Ogni record del database contiene metadati che spiegano il nome del file, il suo formato e le informazioni sul suo contenuto e utilizzo. Il software di gestione delle risorse digitali può essere utilizzato per creare e gestire il database e aiutare l’azienda a memorizzare i contenuti multimediali in modo economicamente efficace.

Alcuni vantaggi del software DAM sono:

  • La possibilità di accedere ai media digitali sempre e ovunque.
  • Centralità e riduzione dei costi
  • Organizzare e indicizzare l’intera libreria di documenti digitali in un unico punto di fruizione fornisce ampi vantaggi in termini di ricerca.
  • Ottimizzare l’utilizzo di contenuti digitali esistenti riduce i costi di produzione
  • Accesso e distribuzione
  • Catalogo centralizzato, archivia e protegge il patrimonio digitale.
  • Distribuzione dinamica degli asset attraverso infiniti portali.
  • Garantire e controllare l’accesso ai dati assicura che siano distribuiti solo i documenti approvati e che gli asset siano utilizzati nel rispetto delle brand guidelines.
  • Personale interno, partners, clienti e fornitori possono accedere ai file di loro competenza in autonomia: materiali per la vendita, grafica, immagini, presentazioni, video o altro
  • Elimina le attività ripetitive ed evita la creazione di duplicati
  • Migliora la collaborazione e la comunicazione

Una risorsa può esistere in differenti formati, versioni e sequenze.

La versione digitale della risorsa originale viene generalmente acquisita con una risoluzione, una profondità di colore e una frequenza di fotogrammi, che sono sufficienti a garantire che i risultati siano di qualità accettabile per l’uso finale (ci possono anche essere copie in miniatura di qualità inferiore da usare nell’indicazione visiva).

Le risorse che richiedono una particolare tecnologia per essere utilizzate in un flusso di lavoro devono avere i requisiti per la larghezza di banda, la latenza e il controllo degli accessi considerati nella progettazione degli strumenti che li creano o li archiviano e nell’architettura del sistema che li distribuisce e li archivia .

Quando non si lavora sulle risorse può essere conservato in un DAM in una varietà di formati e ciò rende possibile implementare un DAM su larga scala come un insieme di sistemi.

Le operazioni su una raccolta di risorse digitali richiedono l’uso di un’applicazione informatica che implementa la gestione delle risorse digitali (DAM) per garantire che il proprietario e, eventualmente, i suoi delegati, possano eseguire operazioni sui file di dati.

Per trasformare un oggetto dati in un asset digitale, è necessario prima inserirlo nel dominio digitale come file del computer o oggetto digitale.

Chiunque abbia bisogno di ottimizzare i flussi di lavoro delle risorse digitali ha bisogno di un sistema di gestione delle risorse digitali.

  • I marketer possono far crescere i loro marchi e aumentare la coerenza del marchio con un sistema DAM.
  • I progettisti possono utilizzare DAM per ottimizzare i propri flussi di lavoro grazie alla possibilità di cercare rapidamente file e riutilizzare risorse.
  • I team di vendita possono avere materiali e risorse aggiornati sempre e ovunque.
  • Le agenzie possono utilizzare DAM per mantenere tutti i loro file creativi organizzati, consentendo tempi di consegna più rapidi.
  • I distributori possono ottimizzare il loro processo di consegna.

Fondamentalmente è un caveau per conservare tutto il contenuto che un’organizzazione produce, fino al contenuto storico che può ora essere digitalizzato, al contenuto contemporaneo, frammenti di video, file audio, immagini, grafica, informazioni sul prodotto.

Esistono diverse categorie di gestione delle risorse digitali:

  • I sistemi di gestione degli asset di marca hanno contenuti che sono principalmente legati al marketing, come i loghi.
  • I sistemi di gestione delle risorse della biblioteca si concentrano sulla memorizzazione e il recupero di risorse multimediali che cambiano di rado, come l’archiviazione di foto.
  • I sistemi di gestione degli asset di produzione gestiscono le risorse mentre vengono create per la produzione di media digitali, come i videogiochi.

Esiste anche un sistema di gestione delle risorse digitali basato sul cloud, che consente agli utenti di accedere alle risorse da qualsiasi dispositivo, compresi i dispositivi mobili.

Grazie a tecnologie del genere si andrebbero a migliorare i rapporti tra i fornitori, rendendo più performante la sinergia tra gli uffici marketing e le agenzie di comunicazione.

Marketing e pubblicità, fotografia, stampa e pubblicazione, Enti governativi, attività di broadcast e media, istruzione, musei o organizzazioni no-profit, in conclusione grazie a un sistema DAM è possibile organizzare, archiviare, accedere e distribuire tutti gli “asset digitali” e farti risparmiare tempo.

Sempre di più le agenzie di comunicazione devono essere in grado di fornire tecnologie necessarie per ottimizzare gli strumenti così per  dedicarsi alle strategie di comunicazione che devono essere sempre alla base di una pianificazione marketing aziendale.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Il tuo Cognome (richiesto)

E-commerce, Fotografia, Evoluzione.

Tutto quello che era fotografia di prodotto per catalogo si è trasformata in fotografia di prodotto per e-commerce, con l’aggiunta di un’organizzazione dei processi di lavorazione ben curata.

 

Facciamo un passo alla volta.

Una volta si creavano, circa, due cataloghi all’anno e si definivano date per gli shooting ben definite. Ora il materiale fotografico è in continua produzione per far sì che le vetrine virtuali siano aggiornate costantemente.

Sono entrate in gioco diverse competenze: la logistica e lo stoccaggio del campionario, la sempre più veloce ed immediata realizzazione degli scatti fotografici, la gestione del flusso dei file, la post produzione del materiale fotografato, le varie autorizzazioni e per ultimo la pubblicazione on line della vetrina.

Il fotografo di prodotto (still life) si è trasformato o si dovrà trasformare in un’industria di servizi per l’immagine, specializzata non solo nello scatto fotografico ma anche nella gestione dei flussi dei file, con software dedicati (DAM).

 

Di continuo mi viene fatta questa domanda:

“Secondo te è meglio che un’azienda si metta all’interno un “sistema fotografico” piuttosto che darlo in outsourcing?

Non c’è una risposta, ci sono brand molto importanti che hanno delegato e in futuro hanno poi internalizzato il sistema e marchi che hanno fatto il contrario.

Quindi a questa domanda di solito rispondo con una mia personale opinione.

Secondo me esternalizzare questa fase aziendale è ancora la soluzione più corretta, perché il fotografo/produttore d’immagini ha al suo interno (oltre che ad un background) delle risorse specializzate alla realizzazione del materiale fotografico, video ed illustrazione. Non basta acquistare luci, macchine fotografiche, soft box ecc, metterci un fotografo freelance e mandare tutto in Thailandia a scontornare. Deve esserci la necessità non solo di produrre immagini che entrino in un flusso automatico di lavoro, ma di essere un punto di riferimento al cliente sulle tecnologie future e la flessibilità di dare più servizi di creazione di banner, data entry specializzati, focus e contributi video ecc. Solo un professionista del settore è in grado di produrre, proporre ed essere aggiornato sulle tendenze e sulle tecnologie che sempre più velocemente cambiano, ma che sempre di più hanno a che fare con una ancora imprescindibile forza che si chiama creatività.

Come un brand di moda ha uno stilista e la sua produzione, un’agenzia d’immagine ha i suoi creativi e la sua produzione sempre più specializzata ed in continuo cambiamento.

Internalizzare tutto questo per un brand potrebbe avere un costo eccessivo che con il tempo, se non aggiornato, potrebbe stagnare.

Abbiamo voluto intervallare l’articolo con alcuni nostri esempi di metodologia. Qui di seguito un  Case History di come una start up di ottica Alba Optics stia crescendo grazie, anche, alla scelta di esternalizzare il materiale di e-commerce e di comunicazione, concentrandosi sulla gestione del brand.